Indice del forum

Imladris Terra di Mezzo

Forum dedicato al mondo tolkeniano

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

I Figli di Hurin: intervista ad Adam Tolkien e varie
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Articoli su Tolkien e il suo mondo
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
romarie

Site Admin
Site Admin






Registrato: 08/01/07 17:28
Messaggi: 123
romarie is offline 

Località: Imladris nella Terra di Mezzo




MessaggioInviato: Dom Mar 11, 2007 6:24 pm    Oggetto:  I Figli di Hurin: intervista ad Adam Tolkien e varie
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie a
per aver realizzato (e aver dato il permesso di riportarla qui) un'intervista ad Adam Tolkien (nipote del Professore) su I Figli di Húrin.

Testo originale in inglese

Citazione:
Alejandro Serrano: ¡Hello, Adam!

Adam Tolkien (in spanish): Hi! And sorry for the lateness in answering you…


Alejandro Serrano: First of all, sorry for my english. I supposed that Christopher Tolkien was very busy these days, and usually he grants very few interviews, and it is not our intention to be a nuisance for him (or for yours). Of course, it is an honor that you could attend to us. And certainly, we also understand the world's interest in Children of Húrin and other works, and we value very much that you take your time answering us.


Alejandro Serrano: First of all, we want to know if there will be new material in Children of Húrin, or the text that will be published is essentially the same that appears in other books. This is something that many of we ask ourselves.


Adam Tolkien: This is a more difficult question than it seems: As you know, versions and pieces of the story of Hurin and his descendants have been published in various works (Silmarillion, Unfinished Tales, Lost Tales, Lays of Beleriand, etc). The text of "The Children of Hurin" is in part compiled from these extant texts, and particularly that which appears in Unfinished Tales.

But it is a new reworking of the complete story. Many parts of the text will be - if not identical - recognizable to the knowledgeable reader, but there are also pieces that have never appeared before.

Also the format of the text, as a standalone and complete text with no editorial commentary to interrupt the tale should in itself and in my opinion considerably tranform the reading experience.

Christopher Tolkien believes there may be many readers who have found the Silmarillion too difficult and distanced in style to be attracted to the story, and who have not wished to make their way through the painstaking editorial content that makes for the main interest of the History of Middle Earth.

We hope that these readers will be sufficiently attracted to "The Children of Hurin", and will discover in this way the "great tale" that was so important to JRR Tolkien and then the whole fascinating mythology that lies behind "The Lord of The Rings".

So in conclusion : Many parts of the text are essentially the same as those that appear in other works (and particularly "Unfinished Tales"), other parts will be new except for those readers who have read in detail the History of Middle Earth.

The text as a whole can be said to be "new" as it is a recomposition of published texts and other "pieces" that weren't published previously. A completed puzzle, in a sense.


Alejandro Serrano: We also want to know if the text of Children of Húrin is a
compilation of the works of J.R.R. Tolkien or it is completed by phrases of Christopher integrated to the book (as The Silmarillion).


Adam Tolkien: The reply above should help answer this question. But the fact is that the text of "The Children of Hurin" is entirely in the author's (So J.R.R. Tolkien) words - apart from very minor reworkings of a grammatical and stylistic nature.

Christopher's work has been to produce a polished text that is a faithful rendition of his father's writings - using many sources spaced out over decades.


Alejandro Serrano: It would be a dream for all. ¿but this publication opens the door to other books, for example only about 'The Fall of Gondolin', 'Beren and Lúthien' or the 'Song of Leithian'?


Adam Tolkien: There has been some talk on this subject, the problem being that J.R.R. Tolkien never rewrote these tales as extensively as the The Children of Hurin, so there is less material to work on, and it would be more difficult to produce a worthwhile volume. It is not totally unthinkable, but no more than that!


Alejandro Serrano: The spanish fans of J.R.R. Tolkien are waiting anxious for the publication. and probably let's have to wait beyond april of 2007. ¿Do you know an aproximate date of the release of the spanish edition of Children of Húrin, the next books could be "international releases"?


Adam Tolkien: For more information on this you will have to question the Spanish publishers. We are not aware of anything definite, and it will be a matter that is dealt with between Harper Collins - our English publishers - and the Spanish publishers.



Alejandro Serrano: They say many things about a film (or two) based on The Hobbit. ¿this things are good for the books (many people could read them for the first time if they do a film, as happened with The Lord of the Rings) or they are damaging them?


Adam Tolkien: I would have to say that it will depend on the film!


Alejandro Serrano: Finally, thanks for your time and congratulations for Christopher for his work in this book and others about his father that had been published by now. ¿Could you salute to the people of Dor-Lómin.org, Fantasymundo.com and The Spanish Tolkien Society?


Adam Tolkien (in spanish): Hi, and thanks for your interest. I hope that Children of Húrin satisfies your expectations. It’s a magnificent story…


Alejandro Serrano: Many thanks for your time…


Adam Tolkien(in spanish again): Not at all!



ecco la versione in Spagnolo

Citazione:
Entrevista con Adam Tolkien, el nieto de J.R.R. Tolkien
Alejandro Serrano 06/10/2006

Alejandro Serrano: ¡Saludos, Adam!


Adam Tolkien (en castellano): ¡Hola!, siento haber tardado tanto en contestarte.


Alejandro Serrano: Primero de todo, disculpas por mi inglés. Supongo que Christopher Tolkien estará ocupadísimo estos días (más de lo usual), y sabemos que raramente concede entrevistas, por lo que no es nuestra intención molestarles. Por supuesto, es un honor que nos atienda. Y, por supuesto, comprendemos el interés mundial que despierta el libro que se publicará próximamente, Children of Húrin (Hijos de Húrin), amén de otros trabajos, y valoramos mucho que se haya tomado tiempo para contestarnos.

Antes que nada, nos gustaría saber si habrá material inédito en Hijos de Húrin, o si el texto que será publicado será esencialmnte el mismo que aparece en otras publicaciones. Es algo que muchos de nosotros nos preguntamos.


Adam Tolkien: Es una pregunta más complicada de lo que parece a simple vista. Como sabes, varias versiones y trozos de la historia de Húrin y sus descendientes han sido publicadas en varios libros (El Silmarillion, Los Cuentos Inconclusos, Los Cuentos Perdidos, Las Baladas de Beleriand,…). El texto de Hijos de Húrin es en parte una compilación de estas versiones existentes, particularmente de la que aparece en Los Cuentos Inconclusos. Pero es una adaptación de la historia completa. Muchas partes del texto serán –si no idénticas- reconocibles para el lector asiduo de mi abuelo, pero también hay partes que nunca han aparecido antes en publicación alguna.

También el formato del texto, presentado de forma independiente y completa sin comentarios editoriales que interrumpan el cuento, debería bastar para transformar de forma considerable la experiencia de lectura del nuevo libro.

Christopher Tolkien, mi padre, es consciente de que hay muchos lectores que han encontrado El Silmarillion arduo de leer, y se han distanciado de la historia por un tema de estilo… ¿quién no ha deseado hacer su propio camino a través del contenido editorial que conforma el interés principal de la Historia de la Tierra Media?

Esperamos que estos lectores se vean atraídos hacia Hijos de Húrin, y que descubran en esta forma el “gran cuento” que era tan importante para J.R.R. Tolkien, y de paso toda la fascinante mitología que se esconde tras El Señor de los Anillos.

En conclusión: muchas partes del texto son esencialmente las mismas que aparecieron en otros libros (particularmente en los Cuentos Inconclusos), y otras partes serán nuevas, excepto para aquellos lectores que hayan leído en detalle La Historia de la Tierra Media. El texto, como un todo, puede ser catalogado como “nuevo”, en el sentido de que es una nueva composición de textos publicados y otras piezas que no lo han visto aún la luz. Un puzzle completado.


Alejandro Serrano: Nos gustaría saber también si el texto completo de Hijos de Húrin es una compilación de las palabras de J.R.R. Tolkien o la narración está completada con frases de Christopher integradas en el libro (como El Silmarillion).


Adam Tolkien: Lo que comentaba arriba podría ayudar a resolver esta cuestión. Pero de hecho es que el texto de Hijos de Húrin está presentado por completo con las palabras de J.R.R. Tolkien, aparte de algunas mínimas reescrituras de carácter estilístico y gramatical.

Del trabajo de Christopher ha resultado un texto pulido, que es una respuesta fiel a los escritos de su padre, haciendo uso de muchas fuentes a través de las décadas.



Alejandro Serrano: Sin duda sería un sueño para todos… ¿esta publicación abre el camino para otros libros, como por ejemplo de algunos basados en “La Caída de Gondolin”, “Beren y Lúthien” o “La Balada de Leithian”?


Adam Tolkien: Hemos hablado sobre el tema, sí, y el problema es que J.R.R. Tolkien nunca reescribió estos cuentos de forma tan extensa como Hijos de Húrin, así que hay menos material sobre el que trabajar, y sería más difícil preparar un volumen que valiera la pena. ¡No es algo impensable, pero de momento no hay nada concreto!



Alejandro Serrano: Los aficionados a J.R.R. Tolkien en España están esperando ansiosos la publicación del libro, y probablemente tengamos que esperar más que los tolkiendili anglosajones, que podrán disponer el libro en abril del 2007. ¿Saben alguna fecha aproximada de edición del libro en España? ¿Algún día veremos una publicación simultánea de otros libros sobre Tolkien en el mundo?



Adam Tolkien: Para conocer fechas de publicación en vuestro país tendréis que consultar a la editorial española. No sabemos nada al respecto, y es una cuestión que atañe al trato que haya firmado Harper Collins con Minotauro.



Alejandro Serrano: Se habla mucho sobre una película (o dos) basadas en El Hobbit… ¿estas cosas son buenas para los libros (muchos lectores podrían acercarse a las obras de Tolkien por primera vez si hacen una película, como sucedió con El Señor de los Anillos), o las películas los dañan?


Adam Tolkien: ¡Por supuesto, depende de como sea la película que hagan sobre El Hobbit!


Alejandro Serrano: Finalmente, felicidades a Christopher por su trabajo en este libro y en otros sobre su padre ya publicados hace tiempo. ¿Podría saludar a la gente de Dor-Lómin, Fantasymundo.com y la Sociedad Tolkien Española?


Adam Tolkien (en castellano): Hola, y gracias por vuestro interés. Espero que Los Hijos de Húrin esté a la altura de vuestras espectativas. Es un magnifíco cuento...


Alejandro Serrano: Muchas gracias por su tiempo…


Adam Tolkien (nuevamente en castellano): ¡De nada!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Ultima modifica di romarie il Gio Apr 12, 2007 11:29 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Dom Mar 11, 2007 6:24 pm    Oggetto: Adv



Torna in cima
romarie

Site Admin
Site Admin






Registrato: 08/01/07 17:28
Messaggi: 123
romarie is offline 

Località: Imladris nella Terra di Mezzo




MessaggioInviato: Lun Mar 12, 2007 9:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

e per chi non capisce né l'inglese né lo spagnolo ecco la traduzione italiana

Citazione:
Intervista ad Adam Tolkien, il nipote di J.R.R. Tolkien.Di: Alejandro Serrano
Traduzione: romarie

Alejandro Serrano: Salve, Adam.
Adam Tolkien (in spagnolo): Salve, mi dispiace aver tardato tanto a risponderti.

AS: Prima di tutto, chiedo scusa per il mio inglese. Suppongo che Christopher Tolkien sarà occupatissimo in questi giorni (più del solito), e sappiamo che raramente concede interviste, per cui non è nostra intenzione disturbarlo. Naturalmente, è un onore la sua attenzione. Ovviamente, comprendiamo l’interesse mondiale che suscita il libro che si pubblicherà prossimamente, “I Figli di Húrin”, a parte gli altri lavori, e apprezziamo molto che abbia trovato il tempo per risponderci. Innanzitutto ci piacerebbe sapere se ci sarà del materiale inediti ne “I Figli di Húrin”, o se il testo che sarà pubblicato sarà essenzialmente lo stesso che compare in altre pubblicazioni. È qualcosa che in molti ci domandiamo.
AT: E’ una domanda più complicata di quello che a prima vista può sembrare. Come sai, varie versioni e pezzi della storia di Húrin e dei suoi discendenti sono stati pubblicati in vari libri, (“Il Silmarillion”, “I Racconti Incompiuti”, “I Racconti Perduti” e ne “Le Ballate del Beleriand, …). Il testo de “I Figli di Húrin” è in parte una compilazione di queste versioni esistenti, in particolare quella che appare ne “I Racconti Incompiuti”. Però un adattamento della storia completa. Molte parti del testo saranno – se non identiche – riconoscibili per il lettore assiduo di mio nonno, ma ci sono anche parti che non sono ancora apparse in nessuna pubblicazione. Anche il formato del testo, presentato in forma indipendente e completa senza commenti editoriali che interrompono il racconto, dovrebbe bastare per trasformare in modo considerevole l’esperienza di lettura del nuovo libro. Christopher Tolkien, mio padre, è cosciente che ci sono molti lettori che hanno trovato “Il Silmarillion” arduo da leggere, e hanno preso le distanze dalla storia a causa dello stile…chi non ha desiderato fare il suo proprio cammino attraverso il contenuto editoriale che segna l’interesse principale della Storia della Terra di Mezzo.
Speriamo che questi lettori siano attratti da “I Figli di Húrin” e che, in questo modo, scoprano il “grande racconto” che era tanto importante per J.R.R. Tolkien e, quindi, tutta l’affascinante mitologia che si giace dietro “Il Signore degli Anelli”. In conclusione, molti parti del testo sono essenzialmente le stesse che appaiono in altri libri, (in particolare ne “I Racconti Incompiuti”), e altri parti saranno nuove, eccetto per quei lettori che abbiamo letto in dettaglio la “Storia della Terra di Mezzo.
Il testo, nel suo insieme, può essere catalogato come “nuovo”, nel senso che è una nuova composizione di testi pubblicati e altri pezzi che ancora non hanno visto la luce. Un puzzle completato.

AS: Ci piacerebbe anche sapere se il testo completo de “I Figli di Húrin” è una compilation di lavori di J.R.R Tolkien o se, come ne “Il Silmarillion”, la narrazione è completata da frasi di Christopher integrate nel testo.
AT: Quello che commentavo prima potrebbe aiutare a risolvere la questione. Però il fatto è che il testo de “I Figli di Húrin” è presentato completamente con le parole di J.R.R. Tolkien, a parte alcune minime riscritture di carattere stilistico e grammaticale.
Dal lavoro di Christopher è risultato un testo pulito, che è una risposta fedele agli scritti di suo padre, facendo uso di molte fonti attraverso i decenni.

AS: Senza dubbio sarebbe un sogno per tutti…questa pubblicazione apre il cammino ad altri libri, come per esempio alcuni basati su “La Caduta di Gondolin”, “Beren e Luthien” o “La Ballata di Leithian”?
AT: Abbiamo parlato di questo e il problema è che J.R.R. Tolkien non ha mai riscritto questi racconti in forma tanto estesa come ha fatto per “I Figli di Húrin”, così che c’è meno materiale su cui lavorare e sarebbe più difficile preparare un volume che ne valga la pena. Non è completamente impensabile, ma niente più di questo!

AS: I fans spagnoli di J.R.R. Tolkien stanno aspettando ansiosi la pubblicazione del libro, e probabilmente dovremo aspettare fin oltre l’Aprile 2007. Conosci per caso una possibile data di pubblicazione per l’edizione spagnola de “I Figli di Húrin”, i prossimi libri potrebbero essere pubblicati in contemporanea mondiale?
AT: Per conoscere le date di pubblicazione nel vostro paese dovreste consultare la casa editrice spagnola. Non sappiamo niente al riguardo, è una questione che riguarda il contratto che la Harper & Collins ha firmato con Minotauro.

AS: Si parla molto di un film (o due) basato su “Lo Hobbit”. Queste sono buone cose per i libri (molti lettori potrebbero avvicinarsi ad essi per la prima volta se faranno un film, come è successo con “Il Signore degli Anelli”) o i film sono dannosi?
AT: Naturalmente dipende da come sarà il film!

AS: Per concludere, grazie per il tuo tempo e congratulazioni a Christopher per il suo lavoro su questo libro e altri su suo padre che sono già stati pubblicati. Potresti salutare le persone di Dor-Lómin.org, Fantasymundo.com e della Società Tolkeniana Spagnola?
AT (in spagnolo): Salve, e grazie per il vostro interesse. Spero che “I Figli di Húrin” sia all’altezza delle vostre aspettative. È un magnifico racconto…

AS: Molte grazie per il tuo tempo…

AT (in spagnolo): Di niente!

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
romarie

Site Admin
Site Admin






Registrato: 08/01/07 17:28
Messaggi: 123
romarie is offline 

Località: Imladris nella Terra di Mezzo




MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2007 11:59 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La Spagna continua ad essere fonte di articoli, servizi e notizie su Tolkien ed il suo mondo.
Di ritorno da un giretto da quelle parti vi propongo le prime immagini delle magnifiche tavole realizzate da Alan Lee per "I Figli di Hurin", pubblicate in XL Semanal N°1015



Ed ora speriamo solo che in Italia provvedano a farlo uscire con non troppo ritardo perchè dopo aver visto le illustrazioni realizzate da Alan Lee non vedo l'ora di averlo

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
LadyArwen







Età: 54
Registrato: 29/03/07 21:46
Messaggi: 20
LadyArwen is offline 




Sito web: http://lingering.alter...

MessaggioInviato: Gio Apr 12, 2007 8:28 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

le illustrazioni sono stupende, del resto da Alan Lee non ci si aspetta niente di meno cool
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
romarie

Site Admin
Site Admin






Registrato: 08/01/07 17:28
Messaggi: 123
romarie is offline 

Località: Imladris nella Terra di Mezzo




MessaggioInviato: Mar Apr 17, 2007 11:38 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Concordo pienamente my Lady, da Alan Lee non ci si aspetta niente di meno....ma sarebbe forse lecito aspettarsi qualcosa di più dalla stampa italiana che al contrario latita o quasi.
Tutto quello che sono riuscita a trovare spulciando qua e la sulle pagine in rete dei nostri quotidiani è un articolo dal


Citazione:
Ma la scelta di scrivere una storia dagli appunti del padre fa discutere
Esce in libreria l'ultimo libro di Tolkien
Martedì viene pubblicato «The Children of Hurin» romanzo dello scrittore scomparso nel '73, portato alla vita dal figlio Christopher
LONDRA (GRAN BRETAGNA) - E' l'ultimo messaggio che ci giunge dalla «Terra di Mezzo». Almeno fino a quando non ci sarà qualche altro ritrovamento dal suo archivio. Cosa che al momento appare improbabile

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


USCITA - Arriva martedì nelle librerie di numerosi Paesi del mondo (in Italia sarà pubblicato da Bompiani il prossimo 17 settembre) quello che può essere considerato l'ultimo romanzo di John Ronald Reuel Tolkien, l'autore del capolavoro «Signore degli Anelli» uno dei libri più letti della storia: si intitola «The Children of Hurin», lo pubblica la casa editrice HarperCollins e promette di essere una delle più sensazionali novità letterarie dell'anno. « I figli di Hurin» esce 89 anni dopo che Tolkien - morto nel 1973 a 81 anni d'età - ne incominciò la stesura senza poi portarla mai a termine. Il romanzo incompiuto è stato completato dal figlio di Tolkien, Christopher, che ha lavorato per quasi tre decenni sul mare di carte lasciato dal padre.
SCELTA DISCUTIBILE - Una scelta che tuttavia sta giá facendo discutere critici e storici della letteratura e lettori affezionati di Tolkien, ormai celeberrimo anche fra i giovanissimi dopo che recentemente «Il Signore degli anelli» è diventato una trilogia cinemtografica record d'incassi e il cui ultimo episodio «Il ritorno del re» ha vinto 11 Oscar.
Christopher Tolkien non è nuovo a queste imprese, che spesso hanno provocato nei fan dell'autore di «Lo Hobbit» reazioni contrastanti. I perplessi obbiettano al figlio di Tolkien che non tutte le bozze devono essere necessariamente portate alle stampe e che se l'autore ha abbandonato certe idee una ragione c'è: completare, a volte con interventi significativi, ogni singolo abbozzo del celeberrimo padre potrebbe dimostrare un interesse maggiore per le sicure vendite che per la qualitá dell'opera. Di contro, i sostenitori ricordano che dei quattro figli di J.R.R. Tolkien, Christopher è sempre stato quello più coinvolto nel mondo fantastico del padre, che ha seguito da vicino sia ai tempi del «Signore degli Anelli» che nella sistemazione (mai completata da Tolkien padre) del «Silmarillion»: il suo punto di vista sulla Terra di Mezzo sarebbe, dunque, innegabilmente privilegiato. A Christopher Tolkien si deve l'editing per la stampa del «Silmarillion», sicuramente il più famoso tra i lavori incompiuti del genitore, l'approvazione della biografia scritta da Humphrey Carpenter e l'editing della corrispondenza di J.R.R. Tolkien, pubblicata in Italia con il titolo «La Realtá in Trasparenza».
TRAMA - La trama di «The Children of Hurin» inizia con la nascita di Turin in una Terra di Mezzo distrutta dalla recente vittoria del vero e originario Signore Oscuro, Morgoth, (di cui l'Oscuro Signore Sauron del «Signore degli anelli» è un semplice luogotenente) e della sua mostruosa armata. I più grandi combattenti tra Elfi e Uomini sono morti e il padre di Turin, Hurin, è stato catturato. Per le sue sfide, Hurin e la sua famiglia vengono maledetti da Morgoth per essere condotti nella rovina e nell'oscuritá. Ma, come suo padre, Turin rifiuta di essere abbattuto da Morgoth e crescendo dá inizio alla leggenda di un eroe mortale. Nella terra percorsa dagli Orchi, Turin unisce a sè una banda di fuorilegge e gradualmente inizia una guerra personale contro la supremazia di Morgoth sulla Terra di Mezzo. Allora il Signore Oscuro rivela la sua arma peggiore, Glaurung, il più possente dei Draghi. Mentre il Drago fa bruciare la Terra di Mezzo, rimane soltanto un uomo che può ucciderlo, ma per farlo dovrá prima vedersela col proprio Destino.

17 aprile 2007
© Rcs Quotidiani Spa


E perlomeno è qualcosa, anche se non molto, accontentiamoci per il momento......io ho comunque forti dubbi sull'effettiva uscita in italia il prossimo 17 settembre, spero di essere un cattivo profeta, lo spero proprio.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
romarie

Site Admin
Site Admin






Registrato: 08/01/07 17:28
Messaggi: 123
romarie is offline 

Località: Imladris nella Terra di Mezzo




MessaggioInviato: Mar Apr 17, 2007 8:42 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sempre su I figli di Hurin un articolo in
di oggi, nella pagina troverete anche un rimando agli articoli precedentemente apparsi in El Pais che riguardana in qualche modo Tolkien ed un riquadro da cui si può accedere a link di altri articoli sullo stesso tema in spagnolo e non solo.
L'articolo su I figli di Hurin non dice più di quanto dica quello apaprso su corriere.it, ma la copertura è decisamente più completa.

Citazione:
El último (y póstumo) libro de Tolkien
Sale a la venta 'The Children of Hurin', 34 años después de la muerte su autor, también creador de 'El Señor de los anillos'

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Más de tres décadas después de la muerte de su autor, sale a la venta hoy, y sólo en inglés, el último libro de J.R.R. Tolkien, The children of Hurin, gracias a los esfuerzos de su hijo Christopher, que ha completado la obra a raíz de una serie de manuscritos inacabados de propiedad de la familia.

Christopher Tolkien ha anunciado que la historia, que transcurre en un tiempo muy anterior al de la trilogía de los Anillos, representa el mayor trabajo de su padre sobre la Tierra Media. También ha explicado que él ha intentado llevar a cabo la reconstrucción "sin invenciones editoriales".

El libro lleva ilustraciones de Alan Lee, quién también trabajó en la versión de celuloide de la obra y ayudó a lanzar el texto en Londres. El nieto de Tolkien, Adam, que trabajó de asistente de editor, también presenció la presentación de The children of Hurin, y se dijo entristecido de cómo muchos fans se han olvidado de quién era su abuelo.

"Todo el mundo habla de la marca, de las franquicias y de las películas. Las personas se olvidan obviamente de que hay una persona detrás todo esto, alguien que lo escribió así por sus razones".

Más serio que El Señor de los anillos

"Es sin duda una historia trágica", ha explicado Christopher en la presentación, "no se que hará la gente con ella". En palabras del hijo del 'maestro', la obra "se ambienta en una parte de la Tierra Media que no existe ya cuando comienza El señor de los anillos. Es el mismo mundo, aunque el cuento es más serio".

Christopher añadió, "Es un cuento maravilloso, pero podría no tocar la fibra sensible del público porque no hay bastantes hobbits en él, de hecho no hay ninguno".

© Diario EL PAÍS S.L.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Articoli su Tolkien e il suo mondo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare files da questo forum





Imladris Terra di Mezzo topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008